NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

SCORTICHINO, ECCO LA NUOVA PIAZZA

Nuovo parcheggio, nuova piazza, nuovi arredi, nuovi spazi: Scortichino si prepara a investimenti per 450mila euro – frutto della partecipazione del Comune a un bando regionale - che riqualificheranno la frazione nell’arco, previsto, di due anni.
Per decidere dove e come intervenire da mesi l’amministrazione comunale ha attivato un percorso partecipato. Ieri sera, alla palestra di Scortichino, un nuovo incontro con i cittadini ha contribuito a far fare nuovi passi avanti al progetto di ‘restyling’ condiviso con i residenti. Il consigliere regionale Alan Fabbri, che ha curato il percorso della pratica in Regione, il sindaco Fabio Bergamini, la giunta, e l’architetto progettista, Matteo Casari, hanno recepito le richieste avanzate dai residenti allo scorso incontro, il 28 settembre scorso, e hanno presentato una nuova bozza di progetto. In particolare nelle nuove planimetrie è stata introdotta la possibilità di creare un’area per la sosta dei veicoli, che è stata individuata dietro la chiesa della frazione. Il nuovo parcheggio, che incrocia le vie Cimarosa, Togliatti e Mozart, potrà contare su una ventina di posti auto, disposti a ‘pettine’. Altra richiesta che l’amministrazione ha recepito riguarda le aree verdi, garantite e posizionate ai lati della nuova piazza. Piazza che si affaccia sulla chiesa, e che sarà realizzata con “elementi naturali” e l’introduzione di una speciale “ghiaia levigata”, dal piacevole effetto estetico e funzionale anche per chi usa la bici, con due ‘bande’ laterali attrezzate con panchine, punti gioco per bimbi e, appunto, verde. Sul fondo possibile l’installazione di un pannello multifunzionale, che potrebbe servire da riparo per le manifestazioni o da schermo per un ‘eventuale’ cinema all’aperto. “Abbiamo pensato a un effetto funzionale, ma anche piacevole. Un’attenzione particolare è andata al comfort, alla vivibilità degli spazi, alla loro fruibilità da parte di giovani, famiglie, anziani. Per fare di Scortichino una frazione viva, capace di ospitare eventi, con spazi pedonabili e verde”, ha detto il sindaco Fabio Bergamini. Nelle intenzioni il tratto di strada che passa davanti alla chiesa sarà marcato con un effetto cromatico particolare e si creerà un sistema viabilistico alternativo in modo tale che, in occasione di feste, eventi, sagre, saggi, si potrà dirottare il flusso delle auto altrove e creare un’area unica piazza-sagrato, di ampio respiro e funzionale. E, a proposito di eventi, l’intera area sarà attrezzata con impianti e utenze, pronta ad ospitare iniziative e appuntamenti. Rimarrà, ovviamente, lo spazio commemorativo ai caduti. L’attuale ‘obelisco’ sarà valorizzato con un nuovo basamento e sarà collocato a margine del sagrato, in un ideale ‘dialogo’ con l’edificio sacro. Entro il 20 il progetto dovrà essere depositato in Regione, titolare del bando, poi vinto dal Comune.
“Abbiamo voluto recepire al massimo le proposte dei cittadini, creando occasioni di incontro e confronto. Dopo aver accolto le loro proposte, ci apprestiamo a depositare il progetto - ha detto il sindaco Fabio Bergamini -. Ci rendiamo completamente disponibili a ulteriori miglioramenti, aggiornamenti e a predisporre lavori di servizio all’opera, una volta in cui il progetto entrerà nella sua fase esecutiva”. “Dopo questo primo stralcio vogliamo andare avanti. Stiamo puntando già fin d’ora a ottenere nuovi finanziamenti, che saranno subordinati all’eventuale apertura di un nuovo bando regionale. L’obiettivo è la riqualificazione integrale della frazione: il sisma qui ha colpito con particolare forza e i danni non sono ancora stati vinti del tutto”, ha aggiunto Fabbri. “Questa fase, preliminare, è propedeutica alla fase esecutiva e ci consentirà di condividere il progetto con i cittadini - ha detto l’assessore Marco Vincenzi -. Pensiamo a un uso polivalente della piazza. Una piazza pensata per essere vissuta sempre, non solo per i grandi eventi. Tutte le idee e i suggerimenti sono ben accetti: sarà nostro compito tradurli in progetti concreti. Scortichino è dei loro residenti”.

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn