Airone, progetto "musica e canto" a fini sociale

Festa estate Airone 08 08 18

Sulle valenze educative ed a fini di reinserimento sociale che può avere la musica si sono spesi, soprattutto negli ultimi anni, numerosi saggi scientifici. Di sicuro, il progetto “Musica e canto” che si sta portando avanti all’interno de L’Airone è già da qualche tempo un elemento distintivo della festa estiva dei ragazzi che frequentano il centro diurno ed i laboratori collegati, che si sono riuniti assieme ai loro educatori, alla dirigenza della struttura ed alle famiglie, nei giorni scorsi. In totale, circa un centinaio di persone sono intervenute, per salutare un altro anno di brillante attività svolta. «La festa organizzata da L’Airone e da Cerevisia, come ogni estate, è stato un momento utile per condividere quanto è stato fatto nel corso dell’anno – rivela l’assessore alle Politiche sociali, Cristina Coletti –. Penso ai laboratori di ceramica e terracotta, alla visita a Dillingen, utile per socializzare esperienze nel reinserimento sociale delle persone diversamente abili. Ma anche ai tanti momenti, come quello teatrale dei mesi scorsi, in cui la creatività e la capacità di comunicare attraverso le tecniche espressive hanno dimostrato quanto siano utili esperienze come quelle de L’Airone». Il quale, come è noto, si trasferirà provvisoriamente ad Ospitale, per consentire l’avvio del cantiere per la riqualificazione di Casa Bottazzi, situata in via Carducci. L’ultima novità è quella di un laboratorio musicale che, facendo tesoro di quanto i ragazzi de L’Airone stanno già portando avanti assieme ai loro educatori, potrebbe arrivare a compimento con un evento pubblico, magari il prossimo Natale. «I ragazzi dell’Airone – conclude Coletti – hanno voluto ringraziare tutti i presenti alla loro festa, con un repertorio di canzoni studiate durane il laboratorio musicale e di canto, offrendo a ciascuno un bellissimo portachiavi di lana cardata, anch’esso frutto del lavoro svolto all’interno dei laboratori di Cerevisia e Free Time. Sarebbe bellissimo che, in occasione delle prossime festività, gli ospiti del centro Airone potessero condividere con tutta la comunità i risultati del loro intenso lavoro, anche sul piano musicale. Di certo, la nostra attenzione per questi progetti rimarrà immutata anche negli anni a venire».

 

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn