NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Formazione per la Polizia Locale

polizia municipale

Essere pronti ad affrontare le nuove sfide della sicurezza urbana vuol dire implementare continuamente le proprie competenze. Come sanno bene gli agenti della polizia municipale dell’Alto Ferrarese, che sono stati spesso chiamati a lavorare in sinergia anche con i Reparti di Prevenzione crimine della polizia di Stato, e che spesso si sono dovuti confrontare anche con la presenza di cittadini extracomunitari sprovvisti di visti e permessi di soggiorno. «Ritengo un fatto assolutamente positivo che a Bondeno sia stato organizzato questo corso patrocinato dal Comune – dice l’assessore alla sicurezza urbana, Emanuele Cestari – e ringrazio tutti quanti lo hanno reso possibile. Gli agenti si trovano a dover garantire la sicurezza in varie situazioni, diverse dal passato, e non è raro vederli accompagnare persone straniere in Questura, per poterle identificare, dal momento che transitano sul territorio privi di documenti di identità e permessi di soggiorno». A questo proposito, è stato organizzato giovedì pomeriggio a Spazio 29, in via Veneto, un incontro formativo sul tema del controllo e l’identificazione degli stranieri. «Abbiamo avuto più di 60 partecipanti – rivela la curatrice dell’evento Monica Galliani del Sulpl – tra i quali tutti gli operatori di polizia municipale di Bondeno. La giornata è stata offerta dal Sulpl (Sindacato unitario lavoratori di polizia locale; ndr) grazie alla disponibilità dei docenti, che sono peraltro a loro volta operatori di polizia locale, che a titolo gratuito diffondono le loro competenze a beneficio dei colleghi». Tra i partecipanti, anche il comandante del corpo di agenti dell’Alto Ferrarese, Stefano Ansaloni, ed il dirigente regionale Sulpl, il quale ha introdotto il corso illustrando brevemente l'attività di formazione e tutela degli operatori nei rispettivi contesti lavorativi.

 

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn