Bondeno centro: potatura piante

Viale Matteotti

Dopo le procedure pubbliche, gli stanziamenti e l’affido dei lavori, le potature delle essenze arboree del territorio sono cominciate. Proprio da viale Pironi, dove si era verificata nei mesi scorsi la presenza di alcune piante malate. E’ stata pubblicata anche un’apposita ordinanza della Polizia municipale dell’Alto Ferrarese (la numero 6 del 22 gennaio scorso), che istituisce provvedimenti viabili temporanei, allo scopo di regolare la circolazione dei veicoli durante le operazioni che sono partite da alcuni giorni. In sostanza, viale Pironi è interessata da sensi unici alternati, «da regolamentare a seconda dello stato di avanzamento dei lavori». Nella fascia oraria prevista che va dalle ore 8 alle ore 17. I provvedimenti, che prevedono logicamente anche divieti di sosta, nelle zone dove si stanno eseguendo le potature, proseguiranno per altri quindici giorni circa. In pratica, fino alla conclusione di questa prima tranche. «Le misure si sono rese necessarie – precisa il sindaco di Bondeno, Fabio Bergamini – per via del fatto che viale Pironi è una delle vie più trafficate del capoluogo e per motivi di sicurezza (del cantiere e dei cittadini) abbiamo dovuto predisporre queste modalità operative, che però sono necessarie per una cura attenta del nostro patrimonio verde». Anche questa “manutenzione” delle essenze arboree, tutte piuttosto “vetuste”, fa capire l’Amministrazione, è una necessità legata alla sicurezza, oltreché al decoro della città. «Una volta concluso questo primo lotto – aggiunge l’assessore all’ambiente, Marco Vincenzi – si passerà subito alla cura del verde in viale Matteotti. Dove, peraltro, saranno eseguiti altri interventi sia alla pavimentazione stradale, che alla pista ciclabile, durante i prossimi mesi. Ed inoltre procederemo con un’opera di potatura anche all’interno del centro sportivo Bihac, che è frequentato anche da molti giovani e famiglie». Previsti per questi ultimi interventi altri 15mila euro. Si tratta solo di un primo “step” nella cura delle essenze arboree, che però consentirà di presentarsi all’inizio della primavera con i parchi e i principali giardini pubblici del territorio adeguatamente curati.  

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn