Marchio DE.C.O.: risultati e novità

Senza titolo 1

La stagione del 2017 sarà, a tutti gli effetti, quella del rilancio del pomodoro. Orticolo e bene di consumo “riscoperto”, per la sua importanza culinaria e nella tradizione; ed inoltre veicolo di indotto imprescindibile per l’economia del territorio. “Oro rosso” sarà il nome dell’evento, riservato agli operatori ed ai marchi della distribuzione, che sarà organizzato martedì 7 novembre (ore 19,30) allo stadio “Masi” di Scortichino. «Un appuntamento – precisa il sindaco di Bondeno, Fabio Bergamini – nel quale tracciare un primo bilancio per l’attività. In una stagione che ha visto valorizzato tutto l’indotto economico (dalla produzione, alla raccolta, fino alla trasformazione) derivante sul territorio da questo frutto della terra. Segno evidente che con le idee, come quella di realizzare una passata a chilometro “zero”, che porta il nome di “Bondeno” in giro per l’Emilia-Romagna e oltre, è anche possibile affrontare una crisi che altrove si è vissuta nel settore. Per via delle difficoltà di alcuni grandi colossi dell’agro-industria, qui, come nel Parmense». Non è stato così per lo stabilimento “Cavicchi” e per coop “Alleanza 3.0”. I quali hanno colto in sinergia l’opportunità di investire su di una passata di qualità, che ora – grazie alle variazioni introdotte dalla commissione Deco (Denominazione comunale di origine) – potrà essere venduta anche con packaging diversificati, utili alle aziende che si occupano di gastronomia ed hanno necessità di lavorare sulle grandi quantità di conserva e polpa (altra novità). Senza dimenticare la consegna a “chilometro zero” per le famiglie. «Le difficoltà passate per i progetti agro-alimentari erano soprattutto centrate sulla distribuzione. Con i nuovi accordi cambierà tutto, portando un prodotto di qualità certificata, realizzato con pomodori coltivati su tutto il territorio di Bondeno e frazioni, sulle tavole dei cittadini». All’appuntamento di martedì 7 novembre, dunque, saranno presenti operatori gastronomici, produttori e le catene di distribuzione, per tracciare il bilancio della stagione dei raccolti. A fine anno, quindi, una novità: «annunceremo il nuovo prodotto da certificare con la Deco – anticipa il sindaco - sul quale investire per il rilancio economico del territorio».

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn