Il sindaco interviene sull'uccisione del cane

La notizia dell’uccisione di un cane a inizio gennaio all’interno degli impianti del Consorzio Burana, oltre a suscitare lo sdegno di buona parte dell’opinione pubblica, in particolare delle associazioni animaliste, ha comportato una ferma presa di posizione da parte del sindaco di Bondeno Fabio Bergamini.
“Considero inammissibile e riprovevole quanto accaduto ai danni di un animale non pericoloso. Da quando ci siamo insediati la Giunta ha voluto attuare un impegno concreto per quanto riguarda la tutela degli animali, come testimoniato dell’approvazione del nuovo Regolamento sugli animali, votato lo scorso anno. Sul caso in questione aspetto che sia la magistratura a intervenire, accertando le annesse responsabilità civili e penali. Ho preso contatti con i vertici del Consorzio che, molto responsabilmente, stanno già prendendo tutti gli opportuni provvedimenti disciplinari nei confronti dei responsabili di quello che appare un gesto di pura crudeltà. In caso di processo penale stiamo valutando l’ipotesi di costituirci parte civile come Comune di Bondeno”.

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn