NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Saldi e liquidazioni

Vendite straordinarie (liquidazione di merci - saldi di fine stagione – vendite promozionali)

Per vendite straordinarie si intendono le vendite di liquidazione, di fine stagione o saldi e le vendite promozionali nelle quali l'esercente dettagliante offre condizioni favorevoli, reali ed effettive, di acquisto dei propri prodotti.
Le vendite di liquidazione possono essere effettuate in occasione delle seguenti circostanze:
  • cessazione dell'attività commerciale
  • cessione dell'azienda
  • trasferimento in altro locale dell'azienda
  • trasformazione o rinnovo dei locali
durante tutto l'anno, per un periodo di durata non superiore a 6 settimane. Nel caso di cessazione dell'attività commerciale, o di cessione dell'azienda, la vendita può essere effettuata per un periodo non superiore a 13 settimane.
Al termine dei periodi suindicati, l'esercente è obbligato a chiudere l'esercizio nel caso di cessazione dell'attività o di cessione d'azienda.
Non è comunque possibile l'effettuazione delle vendite di liquidazione a seguito di trasformazione o rinnovo dei locali nel mese di dicembre.
Chi intende effettuare una vendita di liquidazione deve presentare allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune competente apposita comunicazione almeno 15 giorni prima della data di inizio della liquidazione.

Le vendite di fine stagione o saldi riguardano i prodotti di carattere stagionale o di moda, suscettibili di notevole deprezzamento se non vengono venduti durante una determinata stagione ovvero entro un breve periodo di tempo.

Possono essere effettuate solamente nei seguenti periodi:
  • vendite di fine stagione o saldi invernali: a partire dal 6 gennaio "festività dell'Epifania", per un periodo fisso di svolgimento di 60 giorni;
  • vendite di fine stagione o saldi estivi: a partire dal primo sabato di luglio per un periodo fisso di svolgimento di 60 giorni.
Con D.G.R. n. 1780/2013 del 02/12/2013  è stato eliminato l'obbligo di comunicare al Comune l'effettuazione dei saldi di fine stagione.
Per lo svolgimento di vendite promozionali non è prevista nessuna comunicazione ma occorre esporre un cartello indicante il prezzo normale di vendita e la percentuale di sconto o il ribasso effettuato.

Normativa di riferimento:

  • D.Lgs. 31/03/1998 n. 114 e successive modifiche ed integrazioni
  • L.R. 05/07/1999, n. 14
  • Delibera della Giunta Regionale n. 1732/99 e successive modificazioni
  • Delibera della Giunta Regionale n. n. 1666 del 08/11/2010
Per vendita sottocosto si intende la vendita al pubblico di uno o più prodotti effettuata ad un prezzo inferiore a quello risultante dalle fatture di acquisto maggiorato dell'imposta del valore aggiunto e di ogni altra imposta o tassa connessa alla natura del prodotto e diminuito degli eventuali sconti o contribuzioni riconducibili al prodotto medesimo purché documentati.
Essa deve essere comunicata al Comune dove è ubicato l'esercizio almeno dieci giorni prima dell'inizio e può essere effettuata solo tre volte nel corsoi dell'anno; ogni vendita sottocosto non può avere una durata superiore a dieci giorni ed il numero delle referenze oggetto di ciascuna vendita sottocosto non può essere superiore a cinquanta.
Non può essere effettuata una vendita sottocosto se non è decorso almeno un periodo pari a venti giorni, salvo che per la prima vendita sottocosto dell'anno.

Normativa di riferimento:

  • D.Lgs. 31/03/1998 n. 114 e successive modifiche ed integrazioni
  • D.P.R. 06/04/2001, n. 218
  • Circolare Ministeriale n. 3528/C del 24/10/2001

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn