Bondeno: notizie in primo piano

Record iscrizioni studi superiori

STUDENTI

Da qualche anno, anche importanti attestati di autorevoli istituti di ricerca qualificano come di “alta qualità” la formazione offerta dal Centro Studi superiori di Bondeno. L’ultima attestazione, in ordine di tempo, era stata quella della Fondazione Agnelli. Ora, però, la conferma che si sta operando nel modo giusto arriva anche dalla fiducia che le famiglie di Bondeno (e territori limitrofi) stanno assegnando ai due corsi di studio superiori che si svolgono a Bondeno: l’Ipssc, che offre percorsi di formazione tecnico-commerciale, ed il liceo scientifico. «Il fatto di avere registrato, complessivamente, 77 iscrizioni ai due istituti di via Manzoni significa che la qualità dell’offerta formativa di Bondeno è elevata e di questo dobbiamo essere grati al corpo docente e la dirigente didattica Licia Piva del Centro Studi superiori – spiega l’assessore alla Scuola, Francesca Aria Poltronieri –. In secondo luogo, crediamo che anche i programmi di sostegno alle scuole del territorio stiano fornendo dei risultati. Negli ultimi anni si è investito in varie direzioni, dal trasporto scolastico alle attività extracurricolari, fino ai recenti investimenti per le borse di studio. Le quali consentono agli studenti meritevoli e alle famiglie di poter usufruire di un contributo, per sostenere il percorso universitario. Assieme al sostegno messo a disposizione per l’acquisto dei libri di testo, che ha coperto interamente le spese dei genitori degli studenti di prima superiore ed in buona parte quelle degli studenti iscrittisi al primo anno delle medie (secondarie di primo grado). Tutte queste azioni, organizzate in maniera sinergica, stanno portando a risultati importanti, ma è opportuno sottolineare che i nostri ragazzi arrivano all’università con una preparazione di ottimo livello, grazie all’offerta delle nostre scuole». Per il prossimo anno scolastico, ci sono intanto i numeri che parlano: 32 nuovi iscritti all’Ipssc e 45 al liceo scientifico. Probabile dunque la creazione di due classi prime al via dell’anno scolastico 2018-2019, sia per il liceo che per il professionale. Una boccata d’ossigeno, per la continuità del distaccamento del Polo Carducci di Bondeno.

Condividi il contenuto su FacebookCondividi il contenuto su Google PlusCondividi il contenuto su TwitterCondividi il contenuto su LinkedIn